Polemizziamo pure con la Merkel ma non sull’austerita’ 

Abbiamo capito che e’ ora di alzare la voce con la Germania. Sembra sacrosanto sul tema dell’energia e dei gasdotti. E mi sembra sacrosanto sul tema del surplus commerciale tedesco che ostacolo un vero mercato europeo, penalizza l’export italiana e una crescita della domanda su scala europea. Eviterei invece di usare demagogicamente ( e a sproposito ) la solita solfa antiausterity per litigare con la Germania sui due temi del contrasto “bancario” che ci vede oggi contrapposti ai tedeschi. Nella sostanza pare di capire che i tedeschi chiedono due cose che noi rifiutiamo: a) che una copertura “europea” ai fallimenti bancari avvenga solo dopo che il mercato sia stato ripulito dalle situazioni ancora a rischio. Distruzione creativa, insomma. Chi deve fallire fallisca; b) che alle banche sia posto un tetto di acquisto dei titoli pubblici. Perche’ noi ci opponiamo a queste richieste? Mi sembra giusto che lo facciamo dicendo ai tedeschi : “le regole devono valere anche per voi che salvate, invece, le vostre banche pubbliche”. Altra cosa, invece, e’ opporsi alla proposta di una copertura europea solo dopo una “pulizia del mercato”. A me non sembra, quella tedesca, una richiesta assurda. Lo stesso governo Renzi, per la prima volta credo, ha lodevolmente risolto il fallimento delle quattro banche locali senza garanzie pubbliche e affidandolo al sistema bancario stesso. E in questa direzione va la riforma, proposta da Renzi, della banche popolari. Mi suona strano, allora,nla drammatizzazione che stiamo facendo del tema della copertura europea subito. C’e’ all’orizzonte un fallimento bancario italiano assai piu’ grave dell’Etruria? Sarebbe in totale contrasto con la descrizione che il governo fa dello stato delle nostre banche. E anche sull’opposizione italiana al tetto, proposto dai tedeschi, all’acquisto da parte delle banche di titoli del debito pubblico” resto perplesso. Perche’ e’ sbagliato? Temo che il governo lo veda come un ostacolo alla garanzia di sottoscrizione di titolo pubblici che e’, in Italia, Francia, Spagna oggi, alternativo a significativi tagli del deficit e della spesa pubblica. Se e’ cosi’, fossi un tedesco, mi arrabierei. 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...