Omosessuali ingrati? 

Un abbaglio dettato dall’ansia e dalla presunzione: quelle della sinistra di pretendere di rappresentare, sempre, tutti e tutto. Col risultato, poi, di non rappresentare veramente nulla e nessuno. E’ il caso degli omosessuali e della loro ( presunta) volonta’ di omogenitoralita’. Un falso. In Francia, un’ inchiesta del Cevipo ( Centro di Scienze politiche) ha mostrato che, nelle ultime elezioni regionali, il 62,8% degli omosessuali ha voltato le spalle al PS e alla sinistra e ha votato per la destra di Le Pen e il centro. Prima della legge francese del “marriage pour tous”, matrimonio per tutti, la percentuale degli omosessuali che votavano a sinistra era il 50% circa. La legge sul matrimonio omosessuale ha spostato, nettamente, a destra gli omosessuali. Omosessuali ingrati? La sinistra francese e’ sconcertata e sconfortata da questa debacle. Ma non e’ che in Italia vada meglio. Vedremo come voteranno gli omosessuali. Ma, intanto, qualcuno dovrebbe spiegarci qualche dato. Secondo l’Istat ci sono in Italia circa 16.648.000 famiglie “naturali” ( padri, madri, figli e genitori single con figli). Le coppie omosessuali sono 7591: parecchi zero dopo la virgola per fare una percentuale significativa. E lontanissima dai numeri diffusi dalle organizzazioni omosessuali ufficiali per giustificare uno stravolgimento civile, culturale, antropologico del concetto di matrimonio e genitorialita’ nella nostra legislazione. Rispetto ai 16 milioni e piu’ di famiglie con figli solo 590 sono i figli che vivono in condizioni di omogenitorialita’. Non sara’ come in Francia? Non sara’ che chi vive la condizione di omosessualita’ non condivide le opinioni delle presunte organizzazioni degli omosessuali? Non sara’ che, giustamente, un omosessuale non si considera un discriminato, in un paese libero e liberale come il nostro? Non si considera una minoranza priva di diritti? Non sara’ che gli omosessuali non ritengano affatto di essere sui diritti civili veri di uno Stato liberale europeo- voto, associazione, stampa, opinione, espressione, manifestazione, vita privata ( in cui ricade l’inclinazione sessuale) – una minoranza deprivata ma individui uguali a tutti gli altri? Non sara’ che loro non vogliono qui, in un paese liberale dell’Occidente, essere considerati una “categoria” ( come in Arabia Saudita, Iran e altrove) di “diversi” e priva di riconoscimento e diritti? Non sara’ che questa descrizione fantasiosa della condizione omosessuale in Italia come categoria priva di diritti civili e’, esattamente il contraltare, altrettanto razzista, della discriminazione? Non sara’ che, correttamente, gli omosessuali “reali” si sentano qui individui che hanno esattamente tutti i diritti degli altri tranne, per ragioni naturali, la facolta’ ( che non e’ un diritto ma uno stato di fatto) di procreare? Non sara’ che moltissimi omosessuali ritengano che, essendo il desiderio di omogenitoriata’ non un diritto ma una facolta’ impossibilitata dalla natura e resa possibile con forzature tecniche umilianti ( utero in affitto), il vero ” diverso”- come il negro, l’omosessuale e l’ebreo nel razzismo di secoli fa- qui sia diventato il “bambino” che non puo’ parlare? Non sara’ che, come sempre, la sinistra scambia “lucciole per lanterne” e confonde le opinioni ultraminoritarie delle fantasmatiche associazioni omosessuali (quelle raccolte nell’acronimo Lgbt) con l’opinione del milione di omosessuali italiani ( dato Istat ) che non si sente discriminato e che non pretende affatto che l’omogenitorialita’ sia un diritto? Sono, lo so, domande sconvolgenti per il conformismo di sinistra e la sua vulgata sui “diritti”. Ma sono, mi dispiace, domande che sorgono da numeri: reali, ufficiali, inconfutabili. E che se continua a negare, nascondendosi dietro la retorica ultraminoritaria e razzista degli omosessuali come “categoria” spossessata dei diritti, la sinistra se li ritrovera’ nelle urne : sotto forma di sorpresa del voto degli omosessuali . Che non la premiera’. Come in Francia. E non le restera’ che piangere sconfortata e gridare: omosessuali ingrati!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...