La sinistra è morta. Viva il centrosinistra. 

Non possiamo più’ dirci socialisti! Otto Schily, ex ministro e leader Spd, pronuncia parole coraggiose e straccia l’ipocrisia e il silenzio sulla spaventosa crisi elettorale della sinistra tedesca. Che vale, pero’, per tutta l’Europa: Francia, Spagna, Gran Bretagna e altri. Ovunque i partiti socialisti e socialdemocratici segnano un declino politico ed elettorale che, ormai, data un decennio e più’. E in nessun paese europeo esiste a sinistra qualche alternativa che possa aspirare a prendere il posto dei socialisti. Tranne l’Italia. Dove il Pd resta primo partito. Ma il Pd non ha il termine socialista nel nome. E si definisce di centrosinistra e non di sinistra. Ed ha messo l’accento sulle riforme e l’innovazione. E non sulla conservazione dei vecchi slogans socialisti. La vecchia sinistra, invece, sta evaporando. Ovunque in Europa. Sepolta dall’afasia sui temi chiave che oggi interessano le popolazioni europee: immigrazione, tasse, disoccupazione giovanile. La sinistra europea, dice Schily, e’ paralizzata dall’ideologismo, dalla ripetitivita’, dal dogmatismo. Sui temi dell’energia, per esempio. Pensiamo al massimalismo contro l’energia nucleare. La sinistra socialista europea declina inesorabilmente. In nessun paese europeo e’, ormai, competitiva per il governo. L’Europa va a destra. E non per fatti contingenti. O per l’emergenza immigrazione. È’ che un secolo e mezzo si va chiudendo. E per la vecchia parola “sinistra” è tempo di coraggiosi bilanci e sforzo di innovazione. Invece, stancamente, quasi ovunque in Europa, i leader della sinistra risultano vecchi, inadatti, conservatori. Si limitano a ripetere i mantra di un’ideologia, quella socialista, che non ha più’ alcuna forza propulsiva. Che non parla ai giovani europei e nemmeno più’ al tradizionale elettorato socialista ( operai, ceto medio, pensionati, piccoli imprenditori ). I socialisti si avviano ad essere in Europa non più’ un’alternativa ai conservatori ma un partito minoritario tra numerosi altri. Servirebbe coraggio. Servirebbe qualcosa o qualcuno, nella deperita sinistra europea, che avesse il coraggio di dire: “signori, il nostro Dio ( il socialismo) è morto e il re è’ nudo”. È tempo che chi intende ancora dirsi socialdemocratico cambi vestito, sintassi, identita’. Che lasci ai fossili della storia la parola “sinistra”. E che si convinca che, forse, l’unica parola che, in Europa, può essere ancora degna di essere pronunciata, se riempita di contenuti nuovi, e’ quella di centrosinistra. Noi italiani siamo su questo più’ avanti. Stiamo attenti a non perdere questo primato.  

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...