Ora, nell’angolo, ci va il No

” Fate voi”, pare dica Renzi. Mi sembrerebbe una mossa geniale. C’e’ una cacofonia in atto. Eccitate dalle difficolta’ di Renzi dopo le amministrative, le opposizioni hanno, a mio avviso, un po’ ecceduto. Hanno giudicato Renzi all’angolo: avviato alla sconfitta al referendum avrebbe ceduto sull’Italicum. Che e’ la vera cosa che interessa a molti ( non tutti ) del No: come si viene eletti nel prossimo Parlamento. Ecco la vera posta in gioco. Tema legittimo. Ma hanno ecceduto. Hanno anteposto la legge elettorale al merito del referendum. E si sono giocati la pelle dell’orso prima di averlo accoppato. Hanno pensato che la via era in discesa per avere Tutto: la modifica dell’Italicum e il No al referendum. Hanno sottovalutato quella possibile risposta di Renzi: “fate voi”. Che fa saltare il banco. Perche? Intanto perche’ ributta la palla nel campo avversario: “volete cambiare l’Italicum? Non ho obiezioni, mettetevi d’accordo”. E qui viene il bello. Nonostante l’apparenza quelli del No non sono daccordo ne’ su come cambiare l’Italicum ( ci sono 10 proposte diverse ) ne’, addirittura, sul “se cambiare l’Italicum”: i 5 Stelle, a dispetto di Cuperlo che spera tanto in loro, non sono daccordo. Dicendo “fate voi”, Renzi denuda il re: ora il No all’Italicum si sfrangera’ e si dimostrera’ che e’ impossibile cambiare. Questa mossa aiutera’ il Si al referendum. Eh si. Il No ha compiuto un errore di eccesso di pretesa. Ha trascurato, per primo, i temi specifici del referendum, il merito del quesito o dei quesiti e ha fatto emergere che il suo vero interesse e’ la legge elettorale, la modifica dell’Italicum. Lo ha detto De Benedetti: ” votero’ No perche’ sono contro l’Italicum”! E il giovane Speranza come un pappagallo: ” C’e’ un nesso strettissimo tra il No e la modifica dell’Italicum”. Assurdo. Il referendum non riguarda l’Italicum. E sul merito del referendum, le modifiche costituzionali, perfino De Benedetti dichiara che e’ daccordo. Ecco la strumentalita’ di quelli del No. Ora la palla e’, pero’, nel loro campo. Renzi ha rinunciato all’arrocco sull’ Italicum: dopo il referendum, se c’e’ una maggioranza che lo vuole, l’Italicum si puo’ modificare? Vedrete: questa maggioranza non c’e’. E questo e’ il problema del No. Che pero’, ora, ha un altro problema: convincere la gente a votare No al referendum, a dire No al quesito di merito, alle riforme di cui si tratta anche se il legame tra referendum e legge elettorale, la “mostruosita’ di cui si allarma De Benedetti, non c’e’ piu’: si vota e poi, se c’e’ la maggioranza, si modifica l’Italicum! Che dice ora De Benedetti? Vota ancora No? E il giovane Speranza?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...