Siate adulti: autocriticatevi! 

Leggo che Speranza e compagni si rammaricano dei cori alla Leopolda che li vogliono fuori dal partito. Ma cosa si aspettavano? Applausi e ponti d’oro perche’ votano No ad un referendum che non solo blocca la riforma piu’ importante voluta dal loro partito ( e che loro hanno perfino votato in Parlamento) ma, lo sanno anche i bambini, non potra’ non avere, se vince il No, conseguenze negative sul governo? Guidato dal loro partito? Loro, per difendersi,sostengono di no. Ma questo e’ infantilismo e ipocrisia: se Renzi e’ battuto, questo governo dovra’ lasciare’, sara’ un obbligo morale e politico. E loro lo sanno. E fingono. Renzi, pero’, restera’ segretario del Pd. E, forse, questo lo avevano sottovalutato o non previsto. Come ritengono, i capi della minoranza che possa esserci una convivenza nel Pd dopo un referendum che, eventualmente,  loro avessero contribuito a far perdere? Dovevano pensarci e trovare altre strade per testimoniare delle riserva ma mantenendo l’unita’ del Pd. Dicono: il Pd non e’ di Renzi. Vero. Ma non e’ neanche loro. E gli atti formali del Pd ( voti in Parlamento, discussione in Direzione) sono gli unici che dovrebbero, formalmente, ispirare le condotte. E questi atti impegnerebbero, almeno dirigenti e parlamentari, ad essere coerenti: non possono votare Si in parlamento, per disciplina di partito, e votare No al referendum per indisciplina di partito. Questa e’ schizofrenia. Poi, di chi e’ ( politicamente) il Pd, lo stabiliscono i congressi. E tutti loro hanno deciso di fare il congresso dopo il referendum. Il punto politico per iscritti al Pd dovrebbe essere: con il No la minoranza contribuisce alla sconfitta della riforma piu’ importante e alla caduta del governo. Un normale cittadino, come me o come voi, puo’ fottersenecdi questo e votare come gli pare. Un dirigente o parlamentare di quel partito, invece, non puo’ fottersene: se vota No e’ un irresponsabile ( per il suo partito). Puo’ essere questo senza conseguenze in caso di sconfitta? Non e’ umanamente possibile. I capi della minoranza sanno da tempo, dall’inizio che e’ cosi’. Eppure non si sono fermati o cercato vie diverse. Avevano una residua possibilita’ di dimostrare interesse all’unita’ del Pd: essere leali sulla commissione per la riforma dell’Italicum. Avevano promesso il Si in caso di accordo. Hanno l’accordo ma si sono rimangiati la promessa. Cosa deve pensare la base del pd? Chi e’ che rompe il Pd? Renzi non ha fatto forzature: ha votato in Parlamento quella riforma. E loro, la minoranza, non grido’ allo scandalo della Costituzione violata. Ricordo male o la parte piu’ importante e qualificata della riforma Boschi, il cambiamento del Senato, venne contestato solo da tre senatori del Pd? Col silenzio assenso di tutta la minoranza del Pd? Che approvo’ e voto’, ripetutamente, la riforma? Diranno: Renzi ha voluto il referendum. Falso. Renzi era obbligato al referendum. E loro erano obbligati ( moralmente ) a votare Si dopo aver tre volte votato Si in Parlamento. Altro che voto di coscienza sulla Costituzione, come si difendono i capi della minoranza. Loro non hanno avuto problemi di coscienza in Parlamento. E ce l’hanno al referendum? Ipocrisia! In un partito serio la minoranza, pur criticando la maggioranza, di fronte alle conseguenze devastanti che si vanno prefigurando, in seguito alla sua condotta, con la eventuale vittoria del No, sull’unita’ del Pd si fermerebbe un attimo e si farebbe anche un minimo di autocritica. Non hanno avuto nemmeno la furbizia di parlare come Cuperlo: ” se voto No, mi dimetto da parlamentare”. Sarebbe stato un atto di dignita’ e un’estremo riconoscimento e rispetto delle regole di un partito. Invece no. E pero’ si lamentano dei fischi alla Leopolda e delle minacce di resa dei conti. Ma che ipocrisia! Davvero si aspettano applausi dopo aver tirato la corda fino a spezzarla? Chi e’ causa del suo male dovrebbe, com’e’ noto, piangere solo se stesso. E riconoscere con noi, comuni cittadini che assistono: ” povera Italia”. 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...