La tolda del Titanic: il PD

La tolda del Titanic. Immagino Speranza arringare i suoi: ” abbiamo cacciato Renzi”. E una voce anziana replicare: ” bene. E ora che te ne fai?”. Si perche’ l’euforia del tracollo del Si si accompagna, nella minoranza del Pd, ad una totale inconsapevolezza del contenuto, a medio termine, della vittoria del No: che e’ vittoria, innanzitutto, degli avversari del Pd ( cinque stelle e destra) e, nel medio termine, e’ sconfitta e ridimensionamento del Pd. Che sembrava sinora l’asse indispensabile di ogni possibile governo, il solo candidato a essere, nei fatti, un partito-nazione. Nel senso di un partito quasi inamovibile, per necessita’, da funzioni di governo. Le modalita’ dello scontro referendario e la gestione che si sta facendo dei suoi risultati contengono la mina esplosiva di una novita’: e’ il Pd ( non solo Renzi) che e’ entrato in una crisi di legittimazione. Da cui puo’ uscire una smentita e una retrocessione della sua “funzione storica” come ama enfatizzare, con retorica oggi precaria, un classico della Ditta: Alfredo Reichlin. Ormai ci si e’, con evidenza, arresi alla vittoria del principale demolitore del Pd: i Cinque Stelle. Che sembra ineluttabile. Una flebile resistenza all’ineluttabile ( il sorpasso dei 5Stelle sul Pd) sembra venire, per l’inetta politica “repubblicana” ( chi dovrebbe opporsi al populismo), solo da fattori secondari e in via di smantellamento: l’autoesclusione del partito grillino da aspirazioni di governo; la speranza che funzioni una conventio ad excludendum verso il grillismo nella forma, magari, di governi tecnici o di salute pubblica. Non e’ piu’ cosi. Entrambe queste certezze sono svuotate o  si vanno esaurendo: grillini, a mio avviso, valutano  di entrare nel grande gioco. Anzi: vi saranno obbligati.Lo dimostra la loro, sorprendente, acquiescenza ad una legge elettorale proporzionale. Nella situazione di un mese fa una correzione dell’ Italicum ( eliminazione del ballottaggio e coalizione )  avrebbe portato ad una legge elettorale che teneva fuori, automaticamente, i populisti. Il “lodo Napolitano” potremmo chiamarlo ( con nostalgia). Non c’e’ piu’ l’Italicum. A molti sfugge la caratteristica, invece, di una legge proporzionale: se e’ vero che una tale legge imporra’ governi solo di coalizione ( e dunque fragili e precari), e’ altrettanto vero che la legge impone che il partito che arriva primo distribuisce le carte. E chi arrivera’ primo a giugno o, sia pure, dopo il 2018? I grillini non escludono piu’, ecco perche’ consentono al proporzionale, di arrivare primi e andare, con altri, al governo.  Con Renzi lo scenario era diverso. Da ogni punto di vista. Il Pd era, perlomeno piu’ competitivo. Ora la follia del Pd e’ che, al suo interno, questa preoccupazione, “perdere tutto” non sembra esser presente in nessuno: sono piu’ preoccupati del congresso e di una resa dei conti che al destino del partito. Che coincide con una prospettiva, mai come ora,  possibile e realistica per l’Italia: essere, tra un anno, il primo paese europeo che scongela il populismo e lo porta al governo. Si stanno gia’ moltiplicando i cinici e gli opportunisti che, dei 5 Stelle al comando, dicono: “prima o poi deve accadere” oppure ” mandarli al governo li moderera’”. Speriamo. Io non credo. E sono terrorizzato dalla loro agenda politica. Ma una cosa e’ certa: che, a differenza degli ultimi 20, anni la scena politica italiana non sara’ segnata piu’ dalla presenza, politicamente speculare, del Pd e di Berlusconi. Col proporzionale si va ad una nuova geografia politica. Raccontatelo a Speranza e agli euforici demolitori del renzismo. Allegramente sulla tolda….

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...